Uno studio della Commissione Europea ha rilevato che in Italia la superficie di tetti disponibili (con orientamento verso Sud, Est o Ovest) è di 370.000.000 mq, mentre quella delle facciate è di quasi 200.000.000 mq. 

Se questi spazi fossero coperti da pannelli solari fotovoltaici, sarebbe possibile produrre circa 130 TWh/anno, vale a dire 130 mila milioni di kWh l’anno, pari al consumo annuo di energia elettrica di oltre 30 milioni di famiglie (considerando una media di 4.000 kWh/anno per nucleo familiare).

Il massimo irraggiamento solare è ottenibile, alla nostra latitudine e su base annua, orientando l’impianto fotovoltaico verso Sud e inclinandolo, rispetto all’orizzontale, di circa 30°. 

Spesso però la configurazione del tetto non consente l'orientamento ottimale. Rivolgendo ad esempio l’impianto verso Est o Ovest si perde circa il 10 % dell’energia massima ottenibile rispetto ad un preciso orientamento a Sud (con riferimento ad un’inclinazione di 30°). 

Nel caso in cui la superficie su cui si applica l’impianto fotovoltaico è verticale, se l’orientamento è verso Sud si perde circa 1/3 dell’irraggiamento solare annuale disponibile (rispetto alla massima captazione di energia che si verifica con l’inclinazione di 30° a Sud), mentre se è verso Est o Ovest solo il 55 % dell’energia disponibile è effettivamente sfruttabile. 

Per quanto riguarda la producibilità degli impianti fotovoltaici, considerando dati provenienti da impianti installati in Germania, una facciata fotovoltaica verticale orientata verso Sud eroga 50 - 60 kWh / (mq anno).


I tetti piani sono caratterizzati da una pendenza minima, sufficiente per assicurare lo scorrimento dell’acqua fino agli scarichi. 

Secondo la normativa UNI si definiscono tetti piani quelli con pendenza minore del 5%.

È quindi necessario un sistema di impermeabilizzazione, costituito da un insieme di strati, la cui scelta dev’essere fatta tenendo conto di alcuni fattori:
- grado di accessibilità della copertura, con conseguente entità dei carichi;
- condizioni climatiche che possono danneggiare la copertura, sottoforma di irraggiamento solare, sbalzi termici e temperature elevate.
- necessità di un isolamento termico all’interno.

Strato termoisolante di un tetto

Lo strato termoisolante può essere posizionato in diversi modi rispetto agli altri strati:
  • tetto freddo: caratterizzato da un’intercapedine disposta tra lo strato impermeabilizzante e lo strato di isolamento. Questa intercapedine consente di smaltire il vapore attraverso delle aperture poste ai lati della copertura migliorando il comportamento del tetto all’inerzia termica. Questo tipo di tetto è molto costoso e necessita di una progettazione attenta;
  • tetto caldo: è lo strato isolante compreso tra la barriera al vapore e lo strato di impermeabilizzazione. È una soluzione più semplice del tetto freddo ma richiede maggiore attenzione poiché l’impermeabilizzazione è particolarmente esposta ai raggi del sole e all’accumulo di calore;
  • tetto rovescio: lo strato isolante è posizionato sopra lo strato di impermeabilizzazione. Non serve la barriera al vapore poiché tale funzione viene svolta dallo strato impermeabilizzante; è però necessario l’impiego di un materiale isolante insensibile al gelo e all’acqua. Ad esso si sovrappone uno strato di ghiaietto sia per l’irraggiamento solare che per le precipitazioni atmosferiche.

FISCO

  • Interventi di risparmio energetico in edifici oggetto o meno di ampliamento: L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la detrazione del 55% non spetta in caso di demolizione e ricostruzione con ampliamento dell’edificio, essendo considerato «nuova costruzione»; diversamente, in ...
    Inviato in data 19 lug 2011, 02:59 da Gioacchino Dell'olio
  • DIRITTO DI SUPERFICIE: GUIDA FISCALE Visto su: www.tasse-fisco.com del 15.1.2010La cessione e la vendita a terzi del diritto di superficie può trarre in inganno a seconda della tipologia di ...
    Inviato in data 25 giu 2011, 05:06 da Gioacchino Dell'olio
  • CESSIONE DI DIRITTO SUPERFICIE: FISCALITA' Cessione del diritto di superficie di terreno agricolo da parte di una persona fisica entro i cinque anni dall’acquistoNel caso di cessione del diritto di superficie di un ...
    Inviato in data 25 giu 2011, 04:53 da Gioacchino Dell'olio
  • IMPRENDITORI AGRICOLI e fotovoltaico: trattamento fiscale In questo articolo esaminiamo brevemente il trattamento fiscale della produzione elettrica con fonti fotovoltaiche da parte di società e imprenditori agricoli. Questi casi si stanno moltiplicando in questi anni a ...
    Inviato in data 25 giu 2011, 05:07 da Gioacchino Dell'olio
  • Fotovoltaico: Agenzia delle Entrate e del Territorio si dividono sulla natura del bene Recentemente, alcuni chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia del Territorio hanno evidenziato alcune divergenze nella classificazione dei pannelli fotovoltaici che possono avere riflessi differenti sotto il profilo ...
    Inviato in data 14 mag 2011, 04:08 da Gioacchino Dell'olio
Post visualizzati 1 - 5 di 5. Visualizza altro »